Sesvil
APPROFONDIMENTI» Il Coaching
dot_page_green

COS'E' IL COACHING

Il coaching ha rivoluzionato la professione di trainer sportivo negli anni 80, con risultati straordinari, ed i suoi principi si sono diffusi rapidamente in altri settori. Da oltre 20 anni il coaching si è affermato e diffuso come disciplina autonoma per lo sviluppo degli adulti sia sul piano personale sia sul piano professionale.
Oggi il coaching è considerato a livello mondiale lo strumento più innovativo ed efficace di sviluppo organizzativo delle imprese. La diffusione e la costante crescita di questa disciplina sta rendendo sempre più necessari parametri che definiscano la professionalità di un Coach. In questo senso, la International Coach Federation (ICF) rilascia, a chi dimostra un’adeguata preparazione, una certificazione internazionale di tre livelli: ACC (Associate Certified Coach), PCC (Professional Certified Coach), MCC (Master Certified Coach); per conseguire i quali è necessario frequentare un Master di comprovato livello qualitativo.
ll business coaching è un rapporto di partnership che si stabilisce tra coach e cliente con lo scopo di aiutare quest’ultimo ad ottenere più rapidamente i risultati di carriera desiderati, in termini di sviluppo di nuove competenze, miglioramento delle performance, miglioramento della leadership, sviluppo del potenziale, in modo concreto e duraturo.
Grazie all’attività svolta dal coach, i clienti sono in grado di apprendere ed elaborare le tecniche e le strategie di azione che permettono loro migliorare sia le performance, sia le competenze in armonia con il proprio ruolo in azienda, realizzando un allineamento tra obiettivi individuali e obiettivi aziendali.
Il coaching è un processo di apprendimento e sviluppo individuale, progettato e realizzato con l’assistenza di un coach, focalizzato al raggiungimento di obiettivi di cambiamento e piena espressione delle proprie potenzialità.


QUANDO E' UTILE IL COACHING

L’accompagnamento di un coach è sicuramente utile nei punti di snodo della carriera che impongono l’adozione rapida di nuovi comportamenti coerenti ai mutamenti di scenario, di strategie, di relazione con persone e gruppi di riferimento diversi:
• cambiamenti di ruolo (promozioni o trasferimenti)
• nuovo management di riferimento
• ristrutturazioni e riorganizzazioni con profondi cambiamenti delle strategie e obiettivi aziendali
• fusioni o acquisizioni che creano incertezze sul futuro
• mancanza di riconoscimenti o sviluppo nell’azienda
• temporanee basse performance, motivazione, interesse o soddisfazione nel lavoro.


I BENEFICI DEL COACHING

Con il supporto di un coach il manager sarà in grado di:
• Progettare e realizzare un nuovo futuro più appagante e gratificante
• Ritrovare nuovo entusiasmo ed interesse nel lavoro
• Migliorare le relazioni di lavoro con capi, i colleghi, collaboratori e clienti
• Individuare e praticare strategie d’azione focalizzate più efficacemente agli obiettivi da raggiungere
• Accelerare processi di riconversione (o di carriera) con cambiamenti di lavoro o azienda
• Sentirsi più coinvolti e responsabili del proprio percorso di carriera
• Individuare nuove opportunità di successo e crescita nel lavoro, da lui praticabili

Il coaching è infine innanzitutto APPRENDIMENTO e in quanto tale porta un beneficio implicito naturale, in quanto rinforza nella persona l’orientamento al miglioramento continuo.
Il Coaching è una competenza per la vita.


I 5 VANTAGGI DI UTILIZZARE UN COACH

1. OTTIMIZZAZIONE DEI TEMPI DI ORIENTAMENTO
Il coach è esperto nell’assistere il Manager nell’intercettazione ed individuazione rapida dei problemi/bisogni su cui focalizzarsi, il che avviene nei primi tre incontri.

2. CONCENTRAZIONE COSTANTE SULL’OBIETTIVO INDIVIDUATO
Il Manager è abile nell’impostare e risolvere problemi aziendali, ma quando deve lavorare per se stesso rischia di perdere la concentrazione: l’incontro con il coach lo tiene impegnato e focalizzato sull’obiettivo da raggiungere. “Medice cura te ipsum”.

3. MAGGIORE SERENITÀ, RIDUZIONE DELLO STRESS
Il Manager inizia ad occuparsi delle tematiche individuate in termini concreti con il coach, invece che preoccuparsene da solo.

4. MAGGIORE IMPEGNO E MOTIVAZIONE
Il coach assiste il manager a rispettare il suo piano d’azione, mantenendo alto il livello di motivazione. Le date di scadenza accelerano i processi di cambiamento e consentono di misurarli.
Durante un percorso di coaching le date degli incontri con il coach sono momenti di verifica essenziali senza cui è difficile mantenere impegno e motivazione.

5. STIMOLI CRITICI NELLA VALUTAZIONE ED INTERPRETAZIONI DELLE RISPOSTE DELL’AMBIENTE
Il Manager, l’imprenditore, il professionista nell’affrontare alcuni problemi sono soli; difficilmente possono confidare le proprie ansie, paure, indecisioni, perplessità all’interno dell’azienda senza incrinare la propria immagine e credibilità.
Il coach è la persona competente e disinteressata con cui scambiare liberamente i pensieri più azzardati e le ipotesi più avventurose. ll coach facilita e stimola la ricerca di alternative interpretative e cambiamenti nelle strategie di azione, che consentono in modo tempestivo un collegamento con gli attori del sistema.

sesvil