Sesvil
APPROFONDIMENTI» La gestione del personale in outsourcing (2)
dot_page_green

Per raggiungere importanti risultati nel proprio business le aziende non possono più prescindere da una moderna gestione del personale: sono le persone che fanno la differenza e che costituiscono il vero fattore di successo di un’impresa.
La gestione del personale in outsourcing rappresenta oggi una soluzione valida ed efficace per tutte quelle aziende che non hanno al loro interno una funzione HR strutturata e che hanno la necessità di fronteggiare un mercato sempre più competitivo ed in rapido cambiamento.
Diventa infatti necessario affidarsi alle competenze ed alle conoscenze di professionisti in grado di fornire un servizio efficace ed innovativo per migliorare la qualità del lavoro e della vita all’interno dell’ azienda.
Sesvil è in grado di fornire un valido supporto alle imprese fornendo un servizio di outsourcing strategico per soddisfare le esigenze di gestione e sviluppo del personale.
I servizi di outsourcing strategico forniti da Sesvil possono riguardare:
- l’impostazione di una politica di gestione del personale ad hoc;
- la ricerca e la selezione del personale a tutti i livelli;
- lo sviluppo della rete commerciale (agenti e venditori) in Italia e all’estero;
- la valutazione dei fabbisogni formativi e l’organizzazione di interventi specifici;
- la valutazione delle potenzialità dei collaboratori, anche per verificare nel modo più oggettivo possibile l’idoneità a ruoli di maggiore responsabilità (sviluppi di carriera);
- l’analisi del clima aziendale, per monitorare la soddisfazione interna e valutare eventuali interventi di miglioramento;
- lo studio e la definizione di sistemi premianti;
- l’analisi dell’attuale organizzazione, per proporre soluzioni per il miglioramento dell’efficienza/efficacia;
- la gestione amministrativa del personale e di eventuali contenziosi, grazie a convenzioni con prestigiosi studi di consulenza del lavoro e legali.
Accanto a questi settori, considerati i più tradizionali, Sesvil, attenta alle innovazioni ed allo sviluppo del mercato del lavoro, è in grado di fornire una specifica consulenza nel campo delle politiche retributive (Total Reward); i risultati delle persone dipendono anche ed in particolare dalla loro motivazione ed è per questo motivo che le imprese devono creare e sviluppare un ambiente dinamico e flessibile per garantire una convergenza tra il soddisfacimento personale ed il successo aziendale.


Le motivazioni che spingono una azienda a ricorrere all’outsourcing esternalizzando le proprie attività strategiche possono essere:
- difficoltà nella gestione di una funzione aziendale. Il ricorso all’outsourcing non deve essere visto come una soluzione momentanea per aiutare le imprese in difficoltà nel breve periodo, ne deve tantomeno esentare l’impresa dalle proprie responsabilità; se in una azienda si verificano difficoltà di controllo di un settore, è necessario, prima di ricorrere all’outsourcing, che l’organizzazione stessa individui le cause che impediscono il superamento delle difficoltà perché solo in questo modo le si potranno comunicare ad un potenziale provider;
- mancanza di professionalità specifiche, ossia l’azienda non possiede al proprio interno queste risorse;
- situazione di difficoltà finanziaria. Talvolta l’outsourcing comprende il trasferimento di alcune attività (impianti, licenze) dal cliente al provider affinchè quest’ultimo le possa utilizzare;
- riduzione dei rischi. Tramite l’outsourcing, un’azienda che decide di investire, e che pertanto corre dei rischi, diviene più flessibile, dinamica e capace di cogliere i cambiamenti del mercato del lavoro (leggi, regolamenti, andamenti, tecnologie);
- necessità di attrarre capitali. L’outsourcing riduce il bisogno di investire capitali in attività aziendali non legate direttamente al core business permettendo quindi all’organizzazione di investire le proprie risorse in settori dai quali otterrà un maggior ritorno in termini di qualità e di servizi al cliente;
- maggiore specializzazione. Il fornitore di servizi in outsourcing molto spesso è in grado di raggiungere un livello di specializzazione e di professionalità tale da essere in grado di operare in maniera competitiva su diversi mercati internazionali; tutto ciò consente al cliente che deleghi un’attività di instaurare una collaborazione con un partner dal quale possa apprendere una visione globale della funzionalità aziendale.

Ricorrere all’outsourcing comporta quindi molti vantaggi, come la rapidità e l’efficienza dei servizi che vengono forniti, l’elevato livello di personalizzazione degli stessi ed anche la possibilità di apportare rapidamente delle modifiche ai singoli servizi; analogamente, possono sorgere anche alcuni problemi come ad esempio la perdita di controllo da parte dell’azienda delle attività decentrate all’esterno o il legame di dipendenza troppo stretto che si può instaurare con il fornitore esterno.



Marco Goi

Bibliografia
Costa G., Gianecchini M., Risorse umane, McGraw-Hill, Milano, 2004.
Valentini S., Gestire l’outsourcing, Franco Angeli, Milano, 1999.
Giacchino A., Le armi dell’outsourcing, Il sole 14 Ore, 1993.
sesvil