News
31/10/2018 - News
Importante: autorizzazione al trattamento dei dati personali nel CV

Uno degli elementi a cui fare attenzione, durante la stesura del curriculum vitae, è l’inserimento dell’autorizzazione dei dati personali. Risulta fondamentale comprenderne il significato, in primis per tutelare se stessi ma anche per evitare di autoeliminarsi.

Con l’inserimento dell’autorizzazione al trattamento dei dati personali nel proprio curriculum significa acconsentire e autorizzare il trattamento dei dati coperti e tutelati dalla legge sulla Privacy italiana e dal GDPR (Regolamento Generale sulla Protezione Dati) in vigore in tutti i paesi dell’Unione Europea dal 25 maggio 2018. Le normative in oggetto hanno l’obiettivo di far rispettare i diritti, le libertà fondamentali e la dignità di ogni persona.

Concretamente, con i termini trattamento dei dati personali, si intendono le “azioni relative alla conservazione, organizzazione, trasmissione, estrazione, selezione, comunicazione, cancellazione dei dati personali”. Quest’ultimi si usa dividerli in 3 categorie: dati identificativi (permettono l’identificazione della persona), dati sensibili (rivelatori di caratteristiche persona: dalle condizioni di salute alla vita sessuale, passando per interessi religiosi e politici e origini etniche) e dati giudiziari.

Ecco alcuni suggerimenti su cosa inserire nell’autorizzazione al trattamento dei dati personali che ti consiglio di copiare e incollare:

  • “Autorizzo il trattamento dei miei dati personali presenti nel cv ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679)”;
  • “Ai fini di attività di Ricerca e Selezione del Personale e contatti lavorativi.”